Barche Levi a carena Delta

La velocità in mare? Enough!!! G50 - G. Cinquanta, di Antonio Soccol

G. Enough: ovvero... G.50

/
Arrivai a Lavinio che era sera. Parcheggiai nel giardino della casa di “Sonny” e sbarcai dalla mia “124 coupè”, ben nota nell’ambiente per quei due disegni di un ironico gatto con in bocca una lisca di pesce che Franco Harrauer aveva disegnato e io applicato alle fiancate della mia auto...G.50 in un racconto di Antonio Soccol attraverso le emozioni dei primi test effettuati da Renato "Sonny" Levi
Eliche di superficie

La difesa delle eliche di superficie di Renato Sonny Levi

/
La scelta di un sistema di propulsione è indicata, fino a un certo punto, da considerazioni di carattere economico, ma — in definitiva — la selezione vie­ne determinata dalle condizioni d’operatività della barca. Così, per esem­pio, se un natante dovrà lavorare d’abitudine su bassi fondali, una tra­smissione tipo idrogetto dovrà essere subito presa in considerazione. Nelle paludi ricche di alghe, invece, difficilmente potrà esserci qualcosa di me­glio di una trasmissione con elica aerea.Per gli stessi principi, alle alte velocità, la propulsione di superficie non ha rivali...Selezionare il titolo per visualizzare l'articolo.
Delta '38 Hidalgo. Barca Classica Fast Commuter Renato Levi

Hidalgo - fast commuter - disegno "Sonny" Levi

/
Questa barca con carena Delta aveva le stesse caratteristiche di G.50 e Barbarina, ma era motorizzata con due Cummins diesel da 370 HP ciascuno per un totale 740 HP e fu realizzata per Roberto Olivetti dal cantiere Delta di Anzio per un uso prettamente mediterraneo ed estivo.

Bill Bull offshore - disegno Sonny Levi

/
Costruita dai Cantieri Delta di Anzio fu varato alla fine del 1969 per volere del Conte Augusta che con questa barca intendeva fare correre il fratello Corrado nella Classe I. La richiesta del Conte Augusta a "Sonny" Levi fu per una barca veloce tutta italiana e quindi mossa anche da motori italiani.Fu così che si scelse di montare i noti BPM Vulcano da 400 HP ciascuno...
Barca Classica G50 Levi

G.50 - fast commuter - by Sonny Levi & Sergio Pininfarina

/
Le richieste per questo progetto furono: la creazione di una barca molto veloce capace di navigare ad andatura sostenuta anche in caso di avaria a qualche motore, con la possibilità di arrivare ad una velocità di 55 nodi e planare anche con mare formato. Gianni Agnelli...Per visualizzare l'articolo, selezionare il titolo.
Barca Classica Zarcos GT

Imbarcazione d'epoca Zarcos GT - Progetto Sonny Levi

/
Sempre nel 1968 dal progetto Dimpi Sea il cantiere Zarcos ricavò lo Zarcos GT, barca interessante e veloce. La costruzione era molto simile al prototipo da competizione citato e lo scafo era realizzato sempre con lo stesso sistema, in quattro strati di mogano lamellare incollati ed incrociati tra loro a 45°...
Dimpi Sea Cantiere Zarcos, barca offshore, progetto Renato Sonny Levi

Dimpi Sea Barca Offshore, progetto Renato Sonny Levi

/
Nel 1968 le regole UIM per le imbarcazioni offshore imposero di rispettare determinate dimensioni e per le barche di classe 1 era obbligatorio che avessero un cubo interno di 12' x 6' x 2'9". Ovviamente questi vincoli obbligavano i progettisti a rimanere contenuti entro certi valori sulle altezze e le larghezze dei bagli, senza permettere di disegnare profili aerodinamici validi per il raggiungimento della massima velocità .Quando il cantiere Zarcos chiese all'ing. Levi di disegnare una barca offshore di classe 1 egli non sapeva che di li a poco l'UIM avrebbe cambiato il regolamento facendo sparire questo cubo. In quegli anni capitava purtroppo che l'UIM con molta frequenza ed inaspettatamente cambiava i regolamenti.
Barca Delta Blu offshore

Barca Delta Blu offshore progetto Renato Sonny Levi

/
L'ing. Renato "Sonny" Levi progettò per Vincenzo Balestrieri "Delta Blu" contemporaneamente ad Ultima Volta e fu costruita negli stessi giorni sempre nel cantiere Delta di Anzio. La carena era la stessa di Surfury, Merry Go Round ed Ultima Volta.Per visualizzare l'articolo e le immagini, selezionare il titolo dell'articolo.

Ultima Volta - barca offshore - progetto Renato Sonny Levi

/
Ultima Volta fu realizzata in lamellare, ma per la prima volta l'ing Levi utilizzò con successo il pioppo che è un legno molto tenero, ma incollato con le resine resorciniche nei soliti quattro strati incrociati a 45° tra loro diede risultati sorprendenti. La baca pesava 4,8 tonnellate ed era lunga 36,6 piedi con un diedro allo specchio di poppa di 25°