Gara motonautica Viareggio Bastia Viareggio

Articoli

Viareggio Bastia Viareggio Legend - First international gathering vintage boats offshore

/
Dal 21 al 24 luglio a Viareggio VBV Legend 2016, potremo rivivere i tempi di una gara che quando si svolgeva, dal 1962 al 1992, vide come protagonista l’eccellenza della motonautica d’altura, internazionalmente conosciuta come offshore

Cinquanta anni fa la prima Viareggio-Bastia-Viareggio

/
Cinquanta anni fa prendeva il via la prima Viareggio-Bastia-Viareggio, gara offshore italiana e dell’intero bacino Mediterraneo. In realtà, la gara nelle prime edizioni era stata denominata Raid Internazionale per "motor-cruisers", a sottolineare da subito l’impronta di serie che il suo creatore Franz Furrer intendeva dargli

Budda Special di Salvatore Gagliotta recuperata dopo 43 anni, ha un nuovo armatore

/
Il ritrovamento di Budda Special, una eccezionale barca che mossa da due motori Volpo penta da soli 135 HP cadauno a benzina riusc' a strabiliare, insiema a Budda Blitz, il pubblico alla VBV del 1967... dando lezioni di superiorità ad altre barche straniere dotate di potenze considerevolmente maggiori... un miracolo del bravissimo costruttore/pilota il napoletano Salvatore Gagliotta

Speranzella 2° 1962

/
Ci siamo subito messi in moto per verificare queste notizie. Dai dati che ci ha trasmesso il nostro Luca ci spiace dirgli che la barca di cui è in possesso è della I serie costruita in tre esemplari e non quella pilotata dal Comandante Attilio Petrone che vinse la prima edizione della Viareggio - Bastia -Viareggio del 1962 e l'anno dopo, cioè il 1963, pilotata da Sonny Levi conquistò il Beaver Brook Trophy vincendo nella Manica la "Cowes - Torquay". In effetti si tratta della n° 2, cioé della seconda Speranziella costruita in assoluto che ha partecipato ad altre edizioni della VBV riportando ottimi piazzamenti.

Cantiere Partenocraft - offshore "Delta Synthesis" disegno "Sonny" Levi

/
Delta Synthesis alla Viareggio - Bastia - Viareggio del 1967. Questa barca da gara fu costruita dal cantiere Partenocraft di Napoli ed è stata l'erede più vicina di Surfury. Estremamente morbida sul mare formato per la maggiore lunghezza rispetto al Surfury ed anche al maggior diedro