Vittorio di Sambuy

Vittorio di Sambuy

Nato a Roma nel 1920, maturità scientifica, è stato imbarcato come ufficiale di Stato Maggiore su navi della Regia Marina dal 1941 al 1943

Aree marine protette

Millantato credito

/
Vittorio di Sambuy, con la sua dialettica chiara e decisa spiega tutti i retroscena dei Parchi naturalistici, definendone giusta la loro creazione ed evidenziando che dovrebbero, però, esser lasciati liberi alla fruizione da parte del pubblico. In alcuni Parchi le norme impongono giustamente l’accesso a numero chiuso onde evitare affollamenti, ma l’interdizione totale andrebbe limitata a casi eccezionali a tutela di specifici ambienti particolarmente delicati. E' poco giustificabile il divieto assoluto di visita all’isola di Montecristo!

Salone di Genova 2010

/
Vittorio di Sanbuy esprime la sua opinione sull'ultima edizione de Salone di Genova 2010: Fin dal primo giorno il salone Nautico, il cinquantesimo della serie, non ha avuto fortuna: sciopero dei mezzi pubblici di Genova più tre diverse manifestazioni sindacali hanno reso problematico l’accesso a Piazzale Kennedy. Poi è venuto il diluvio universale con allagamenti in tutto il contado e il sole è comparso solo negli ultimi giorni

Passata la festa di Vittorio di Sambuy

/
Vittorio di Sambuy esprime la sua autorevole opinione sugli argomenti che hanno animato quest'ultima strana estate e li intitola: Considerazioni su un’estate di follie - Ma su questa pazza estate ci sono ben altri commenti - Fra le stranezze della scorsa estate c’è da segnalare la nuova filosofia e relativa politica della Fipsas (Federazione Pesca Sportiva)...
Parco de La Maddalena

Parco Nazionale dell’Asinara

/
Vittorio di Sambuy esprime la sua libera ed autorevole opinione sul Parco dell'Asinara e dice: Se il Ministro Prestigiacomo deve “tagliare” sui costi del suo dicastero, quella di cancellare completamente il Parco dell’Asinara dalle aree protette di sua competenza, sarebbe un’occasione imperdibile. E da ripetere in altri parchi nazionali...

Memorie di un tester

/
Singolare questo pezzo di Vittorio di Sambuy, dove essendosi in passato cimentato nel mestiere di fare il tester di barche a vela... evince chiramente che sovente queste prove che appaiono sulle riviste specializzate del settore che vivono di pubblicità... possono essere poco attendibili, perchè il tester è costretto a scrivere delle non verità per ovvi motivi che l'autore con la sua onestà intellettuale descrive, aggiungendo che per quest'ultima smise di fare questo lavoro, assolutamente non consono al suo carattere ed allo scopo che tali prove dovevano perseguire

Satec 2010 - di Vittorio di Sambuy

/
Satec 2010, tra la constatazione di una crisi ben più profonda di quella vista in occasione dell' edizione dell 2009.. Diverse opinioni più o meno autorevoli in merito, ma come realmente andrà per la nosta industria nautica di lusso e non solo, lo sapremo solo a consuntivo, mentre i mercati: Asiatico, Russo, Turco e Medio Oriente prevedono incremeti del fatturato rispetto allo scorso anno di percentuali interessanti... Ed ancora, si è parlato di tecnologia WSMC... ed ancora End of live Boats
Comandante Francesco De Pinedo

Un aviatore molto marinaio: Comandante Francesco De Pinedo

/
Un piccolo idrovolante, battezzato Gennariello da suo armatore napoletaono Francesco De Pinedo, parte il 20 aprile 1925 per una navigazione totale di 55.000 chilometri alla volta Australia, poi Tokio e ritorno in Italia... dopo ventidue anni dal primo breve volo dei fratelli Wright
Marine sicure

Marine aperte o chiuse?

/
Marine aperte o chiuse è un interessante domanda che Vittorio si Sambuy pone spiegando dettagliatamente i due casi dilemma in tutte le loro sfaccettature, lasciando al lettore le conseguenti deduzioni... anche se la sicurezza di scongiurare furti in porto non solo da terra, ma anche dal mare, propone una problematica della sicurezza che dovrebbe essere attiva in tutti i porti o marine da diporto del mondo, a che sembra ancora largamente disattesa.
Foiler Moth

Foiler Moth: una deriva o una monoposto di Formula 1?

/
Gli scafi della Marina Militare Classe Sparviero impressionavano quando navigavano a 50 nodi sollevati dall'acqua sotenuti solo da alette sommerse. Oggi i Foiler Moth impressionano di più sfecciando a 30 nodi, sollevate a mezzo metro dall'acqua, sospinte da una vela di appena 8 mq. Vitorio di Sambuy illustra le caratteristiche tecniche di queste straordinarie e piccole derive, descrivendo il loro suggestivo sistema di navigazione...
Wianno Senior

Wianno Senior

/
Interessante raduno del Rolex Portofino Trophy svoltosi dal 14 a 16 maggio 2010, raduno organizzato dallo Yacht Club Italiano, che ha portato quest'anno esemplari di scafi che hanno fatto la storia della vela mondiale tra cui ha fatto bella mostra un Wianno Senior, uno sloop aurico gemello del Victura, la famosa barca prediletta di J.F. Kennedy e la Wianno Senior Class Association ha fatto prottare dallo studio Sparkman & Stephens una versione identica ma in vetroresina, omologandola come equivalente e saà costruita in Italia
pirateria

La pirateria

/
Il fenomeno della pirateria che assalta le navi mercantili è vecchissimo e risale al 67 a.C. quando la flotta di Pompeo Magno riuscì a sconfiggere la pirateria cilicia definitivamente. Insomma, un fenomeno vecchissimo che attualmente sta assumendo proporzioni enormi ed il pericolo di essere catturati per circa un centinaio di navi che transitano davanti alle coste della Somalia sono forti. I pirati impongono alle società armatrici propritarie delle unitài sequestrate, riscatti ingenti e si giustificano affermando che con questi atti vogliono difendere il loro mare da pescatori non autorizzati, dallo scarico in mare di sostanze tossiche o radioattive ecc.. I costi militari per difendere le navi in transito in quelle zone sono proibitivi

Costruzioni Navali Militari

/
E’ perciò con una certa soddisfazione aver appreso da recenti notizie di stampa che le nostre esportazioni di materiale militare sono cresciute in modo soddisfacente. L’andamento, escludendo i programmi intergovernativi, è cresciuto dai 1,36 Gigaeuro del 2005 ai 4,91 Gigaeuro del 2009 con esportazioni dirette per il 40% al Medio Oriente e Africa Settentrionale, al 36% verso l‘Europa e al 10% al Nordamerica. Selezionare il titolo per visualizzare l'articolo.