Giacomo Vitale

Sonny Levi 2010

Da sinistra: Giacomo Vitale, Antonio Soccol, Renato “Sonny” Levi, Guido Tuiac

Un restauratore professionista con profonda conoscenza delle tecniche di restauro e di incollaggio delle carene Levi

Barca classica Delta 33 step-drive; disegno di Renato Levi

Cantieri Delta Fiumicino; Delta 33 step drive progetto ing. Levi

/
Delta 33 fra le tante imbarcazioni con carena step-drive che seguirono al Drago ed al Mini Drago una citazione la merita il Delta 33 prodotto dai Cantieri Delta di Fiumicino.Era una barca meno "tirata" del Drago. Lunga 10 m e larga 2,80mt, aveva un dislocamento di 3,5 tonnellate a vuoto e una tuga elegante, consentì di realizzare degli spazi interni confortevoli con tre cabine separate fino a 5 posti letto.A poppa vi era un grande prendisole che copriva la sala motori che poteva istallare motori Diesel Perkins da 190 Cv cad., oppure 2 x 220 Aifo permettendo a questa unità di raggiungere i 36 nodi
Imbarcazione classica Italcraft MiniDrago carena Step Drive Levi

Italcraft Mini Drago; imbarcazione con carena step-drive

/
Dopo il Drago, fu costruito il MiniDrago con carena step-drive in varie versioni militari, paramilitari e da diporto. Debuttò un anno dopo il fratello maggiore nel 1973, sempre costruito dai Cantieri Italcraft. Misurava 8,50 mt di lunghezza ft ed aveva una cabina con due letti a V sotto al ponte ed un grande prendisole a poppa sopra al vano motori. I motori erano Aifo-Iveco 2 x 128 CV cad. a 3.200 rpm. La larghezza era di 2 mt. Lo scafo era costruito in compensato marino rinforzato con fibra di vetro e resina epossidica. Il suo peso a vuoto era di 1975Kg, 2250 Kg a pieno carico
Rodriquez - Canav Barca d'epoca Speranzella II serie

Speranzella II Serie Rodriquez – Pandora

/
I lavori sono stati eseguiti presso il Cantiere Navale di Anzio (ex Canav) da personale specializzato ed esperto nelle barche prodotte dalla Canav. Per Pandora i suoi 35 anni di età sembrano non essere per niente trascorsi per questa Speranzella II Rodriquez del 1969. Le belle e spettacolari immagini che ci ha inviato il suo appassionato armatore parlano da sole confermando quanto sopra dettoLe nostre congratulazioni all'armatore ed un bravo va anche agli artigiani ai quali sono stati affidati gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, dimostrando provata esperienza e grande passione.
Rudy 1971 Santamaria; Barca Classica Navaltecnica

Rudy 1971 Santamaria; Barca Classica Navaltecnica

/
Rudy è una barca d'epoca tutta originale ed in condizioni d'uso più che buone. La meccanica è stata revisionata nella primavera 2003 e da allora non è andata più in mare. Attualmente è a secco in un capannone al coperto. Da qualche giorno questa bella barca ha cambiato proprietà e l'attuale armatore è un grande appassionato di barche d'epoca che la rimetterà completamente a nuovo ridandole l'antico splendore e a cui ricordiamo di inviarci le immagini quando prenderà di nuovo il mare una volta ristrutturata...
Delta 28 Levi Barca classica realizzata dei Cantieri Delta

Barca classica Delta Levi 28; il Restauro

/
Imbarcazione d'epoca in ottime condizioni di esercizio e ben tenuta, da non farsi scappare se posta in vendita per le grandi doti di navigazione e la contenuta spesa d'esercizio dovuta agli eccezionali motori VP TD 130 HP, dai consumi contenuti e dalla semplice manutenzione e dalla bella carena disegnata da Levi che la rendono una eccezionale barca da diporto unica nel suo genere.UN BEL GIOIELLINO di Renato "Sonny Levi" che appartiene alla famiglia della gloriosa Speranzella.
Surfury 1965 il famoso Offshore progettato da Renato "Sonny" Levi

Surfury 1965 il famoso Offshore progettato da Renato “Sonny” Levi

/
"SURFURY" 1965 il famoso OFFSHORE FIORE ALL'OCCHIELLO DELLA INESAURIBILE ATTIVITA' DI PROGETTISTA DEL NOSTRO - RENATO "SONNY" LEVI - ORGOGLIO ITALIANOQuesto progetto iniziato dall' ing Levi nei primi mesi del 1965, rappresentò una tappa molto importante nella sua brillante carriera di progettista. "A' Speranziella" fu per Levi la sua prima barca offshore ed aveva certamente detto qualche cosa di nuovo, generando tanti altri progetti interessantissimi e che tennero banco negli anni 60' 70'. Surfury fu un progetto completamente nuovo ed entusiasmò molto al suo debutto la stampa, tanti appassionati ed addetti ai lavori, segnando una svolta importante nella brillante carriera dell'ing. Levi.
Italcraft Drago - barca disegnata da Renato "Sonny" Levi

Italcraft Drago – barca disegnata da Renato “Sonny” Levi

/
Il Drago nacque su precisa richiesta del progetto fatta a Levi dai fratelli Sonnino titolari del cantiere Italcraft di Gaeta che ne curarono la produzione.Fu la prima barca da diporto al mondo prodotta in serie con motori diesel ed eliche di superficie che raggiungeva i 50 nodi.Un evento tecnico eccezionale per una barca da diporto radicalmente nuova che solo l'estro geniale di Levi permise di realizzare, rappresentando certamente un fiore all'occhiello importante in tutta la sua brillante carriera di ingegnere progettista
Libro MILESTONES IN MY DESIGNS di Renato Levi

Milestones in my designs il libro di “Sonny” Renato Levi

/
Milestones in my designs è un libro che ha scritto Sonny Levi ricco di foto, disegni tecnici della maggior parte delle imbarcazioni disegnate dal mitico ingegnere. E' un' opera che nella libreria dell'appassionato di imbarcazioni veloci ad alte prestazioni, non deve assolutamente mancare, perchè l'autore, non ha voluto assolutamente fare un "catalogo di lavoro" sue testuali parole espresse nella presentazione, ma una descrizione di fatti accaduti, aneddoti e racconti riguardanti gli anni sessanta, settanta ed oltre, anni eccezionalmete ricchi di soddisfazioni agonistiche e commerciali. Un libro completo che ha richiesto un grande impegno per la sua realizzazione, dove Levi parla dei suoi progetti precursori partendo dalla capostipite Super Speranza, per andare alla pietra miliare in assoluto "A Speranziella" dalla nacquero ancora tanti altri modelli come Ultima Dea, Speranzella, Speranzella II, Spumante, Settimo Velo
La storia della Canav (Cantieri Navaltecnica) di Anzio

La storia della Canav (Cantieri Navaltecnica) di Anzio

/
La storia in breve della Canav di Anzio ...raccontata dal Sig. GRECO ex direttore tecnico dal 1961 al 1971 ed attualmente titolare della Soc. CANAV, Centro Architettura Navale Industrial Ship Model, specializzata in modelli di cantiere. Il fondatore del Cantiere Navaltecnica di Anzio è stato il Comm Attilio Petroni, con il quale ho avuto una profonda amicizia ed un raro rispetto per la signorilità e la passione con cui ha dedicato la sua vita a questo cantiere
La storia di Renato Sonny Levi e la nautica italianaAltoMareBlu

Renato “Sonny” Levi

/
Renato Sonny Levi: "penso di essere nato più che designer, ingegnere poiché la mia passione è quella di risolvere problemi". Quando era ragazzo disegnava in continuazione schizzi di aerei e di barche ed era molto affascinato dal volo. Alla fine della guerra, quando lasciò la RAF studiò ingegneria aeronautica e doveva essere destinato per progettare jet, ma il padre un bel giorno gli impose di ritornare in India dove aveva fondato un cantiere Afco, visto che la sua famiglia si era trasferita a Bombay intorno agli anni 20
Barca Classica Settimo Velo Canav

Produzione Canav 1963

/
La Navaltecnica di Anzio produceva nel 1963 quattro diversi tipi di imbarcazioni da diporto di differente grandezza, onde poter accontentare la richiesta di ogni appassionato di nautica.Le imbarcazioni CANAV si identificavano tutte, a prescindere dalle loro dimensioni, su tre precisi particolari e cioè
Speranzella un magnifico day cruiser progettato da Renato "Sonny" Levi

Speranzella un magnifico day cruiser progettato da Renato “Sonny” Levi

/
Speranzella un magnifico day cruiser progettato da Renato "Sonny" Levi alla CANAV di Anzio; uno straordinario cantiere degli anni 60/70 ammirato in tutto mondo da non dimenticare. Definirei Renato Levi, al pari di Enzo Ferrari, un progettista navale di imbarcazioni da competizione, da diporto e militari di notevole spessore innovativo e che ha segnato indelebilmente il passaggio tecnologico evolutivo degli anni 60, con la sperimentazione di nuovi disegni di carene con profili speciali, dalle tecniche costruttive evolute tanto da essere vergognosamente copiate da altri cantieri importanti fino al plagio sfacciato. Resta comunque questo grande merito che nessuno potrò mai negargli insieme ai suoi più stretti collaboratori e a tutto lo straordinario personale CANAV che si sono a lui affiancati durante quei mitici anni 61 - 73 di cui parlerò più avanti...