Wam Ital – Wam Proteus

Il Wam Proteus è il nome di una nuovo catamarano dalle caratteristiche rivoluzionarie che, come il dio della mitologia greca, riusciva a cambiare sembianze. Progettato da un italiano, l’ing. Ugo Conti, è stato costruito dalla Marine Advanced Research di Palo Alto in California per impieghi più svariati, fra cui la ricerca scientifica della Noaa (l’agenzia Usa per l’oceano e l’atmosfera) nonché applicazioni militari.

Wam sta per “Wave Adaptive Modular”, cioè mezzo modulare che si adatta alle onde: per visionare il catamarano Wam Proteus cliccate sul link di seguito indicato: Catamarano Wam Proteus.

Quest’ultima caratteristica gli deriva dai due grandi gommoni; solo a poppa c’è un tratto in lega leggera che ospita i motori. La flessibilità dei gommini fa si che Proteus si adatta alla superficie dell’acqua; data la loro leggerezza essi pescano solo pochi centimetri.

proteus gen

Conseguentemente sollevano poca onda e abbassano i consumi tanto che un prototipo di Proteus ha attraversato l’Atlantico ed è stato presentato a Cannes nel 2007, purtroppo senza sufficiente promozione tanto da passare inosservato o quasi, nonostante la sponsorizzazione della Hewlett Packard e della software house Autodesk.

Le misure approssimative di Proteus sono lunghezza 30, larghezza 15 metri, dislocamento 12 tonnellate; esso monta due motori da 355 cavalli con trasmissione Arneson ad eliche di superficie.

Le traverse di collegamento fra i due scafi sono degli archi in titanio che sostengono sollevata dall’acqua una carlinga con plancia comando conferendogli un aspetto aggressivo, quasi un mostruoso insetto fantascientifico.

V. di Sambuy

Articoli Barche Classiche

Lascia un commento:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.