Motovedette dismesse restaurate e ricondizionate all’utilizzo in barche da diporto

Articoli

Restauro ex motovedetta Nelson della Guardia Costiera a cura dell’I.T.N. di Livorno

/
In occasione dell’ inaugurazione ed inizio entrata in servizio per l’addestramento degli allievi dell’ITN Alfredo Cappellini di Livorno della ex motovedetta Nelson, AltoMareBlu si congratula con la Dirigenza, il personale docente, i tecnici dell’istituto e gli allievi che hanno realizzato il restauro di questa eccezionale unità che nella sua prima vita ha accumulato migliaia di ore di navigazione al servizio della C.P. Guardia Costiera effettuando salvataggi ed interventi di ordinario servizio e che domani 25 aprile 2010 si appresta ad iniziare una seconda vita, allevando i giovani marittimi di domani.
Restauro motovedetta Super Speranza ex CP 253 oggi Araba Fenice

La seconda vita della Super Speranza ex CP 253 oggi Araba Fenice

/
Il restauro di una ex motovedetta della guardia Costiera, Classe Super Speranza, oggi Araba Fenice. Il racconto di un appartenente al corpo della G.C. che riuscito ad aggiudicarsela, ne ha curato il restauro ed il nuovo varo per una seconda vita da imbarcazione da diporto di tutto rispetto.
Trasformazione della CP 233 ex motovedetta a barca da diporto

La nuova vita della motovedetta ex CP 233

/
Ovviamente un sincero ringraziamento è rivolto al geniale progettista di un simile capolavoro, Renato “Sonny” Levi, ed al cantiere costruttore Rodriquez, che ha saputo realizzare in pieno l’idea di una imbarcazione che fosse veramente in condizioni di navigare con qualunque mare. Rivederla adesso, con una nuova livrea, rimessa a nuovo ed agghindata come si conviene ad una vecchia “Signora”, mi riempie di gioia, congratulazioni vivissime al suo armatore, per l’ottimo lavoro di restauro che ha saputo svolgere.

Imbarcazione d'epoca CP 243: consegna all'armatore prima del restauro per uso civile

/
Le motovedette progettate da Renato "Sonny" Levi realizzate in lamellare di mogano, secondo il suo brevetto unico al mondo, cioè carene in quattro strati di lamellare in mogano da 5 mm di spessore, incollati con colla resorcinica ed incrociati a 45° tra loro, hanno una peculiarità importantissima, cioè una "geniale invenzione". poiché tutta la struttura è autoportante, cioè senza ordinate, quindi leggera e dotata di una resistenza alle varie sollecitazioni meccaniche