Carena Veneziana e le carene anti moto ondoso per evitare l’erosione dovuta al passaggio delle imbarcazioni nei canali di Venezia

Articoli

Come conquistare la pole position

/
In dicembre la bolla (articolo Altomareblu “La bolla della nautica”) si stava sgonfiando. E’ passato solo un mese e ne constatiamo lo scoppio. Il bum è stato violento, con cantieri - fra cui qualche grandissimo – in grosse difficoltà. E, a slavina, personale in cassa integrazione, pubblicità non pagate, riviste in affanno, eccetera. Ci saranno morti e feriti ma, prima o poi, la crisi dovrà ben passare. Per sopravvivere, all’industria nautica non sarà sufficiente rimanere a galla perché alla ripresa la competizione sarà durissima. Vincerà chi... Articolo di Vittorio di Sambuy, selezionare il titolo per visualizzare l'articolo.

Una carena veneziana per Venezia. Chi la vuole?

/
di Antonio Soccol Ebbene sì, lo confesso. Ho citato a braccio,…

Stiletto: una carena “veneziana” per la US NAVY

/
“Stiletto” è un trimarano da 88,6 piedi per 40,5 di larghezza (in metri sono: 25 x 12, 30). Ha un dislocamento di circa 60 tonnellate e una immersione di soli pochi centimetri. Spinto da 4 motori Carterpillar C32 da 1.232 kW ciascuno e azionanti 4 eliche di superficie, ha una velocità max a pieno carico di 51 nodi (40 nodi è, invece, quella detta “operativa”). L’ha costruito, in appena 15 mesi, un piccolo cantiere di San Diego (il Knight & Carter Yacht Center) specializzato in scafi da diporto con una spesa di 6 milioni di dollari prima dell’allestimento e 10 milioni a barca finita. Per i bilanci della US Navy, un costo quasi irrisorio.