Rivista Marittima

Rivista Marittima 2011 Ottobre

rivista-marittima-ottobre-2011Il sommergibile TODARO con in scia U32, il battello gemello della Marina tedesca, in ingresso in Mar Piccolo a Taranto (dall’articolo del capitano di corvetta Mauro Panebianco)

EDITORIALE

La Bandiera non si abbassa, non si macchia, non si abbandona mai! di Massimo d’Azeglio

Le numerose e-mail, fax e lettere ricevute in questi mesi da parte degli abbonati so­no indicative del forte legame affettivo che esiste tra la Marina Militare, attraver­so una delle più antiche riviste europee e una componente molto importante del­la nostra Società, di cui oltre l’ 80%, non fa parte delle Forze Armate: liberi professionisti, docenti, funzionari pubblici e privati, giornalisti, imprenditori e appassionati di que­stioni marittime.

Tra l’altro, oltre il 50% degli abbonati vive in Nord Italia in località più fluviali che marittime. Quindi, costoro, così come chi vive all’estero, hanno ben poche occasioni di contatto con il mondo della Marina, se non attraverso la carta stampata della Rivista Marittima, la quale non può essere sostituita da uno sterile «pdf» inserito in re­te, così come un sms non avrà mai l’effetto fisico di un biglietto d’auguri scritto a mano.

Le Forze Armate e la Marina sono chiamate a svolgere una mole di attività molto più onerose dell’epoca della Guerra Fredda e con risorse sempre più limitate, come si può leggere negli articoli di Caffio sulla pirateria, di Gaiani e Tani sulla crisi libica. I tagli, noti a tutti, necessari per raggiungere il pareggio di bilancio hanno avuto e avranno sem­pre più una forte influenza sul futuro di tutte le pubblicazioni militari. Alcune hanno tro­vato un rifugio sulla rete altre, per sopravvivere su carta, hanno diminuito la loro perio­dicità. Tutte sono alla ricerca spasmodica di sponsors.

La maggior parte degli abbonati mi scrive che, pur di continuare a ricevere la Rivi­sta Marittima su supporto cartaceo, è disponibile a sostenere un deciso aumento del­l’abbonamento.

Tuttavia l’aumento non è di per sé sufficiente a migliorare il servizio in quanto si trat­ta di versamenti erariali non impiegabili direttamente dalla Rivista Marittima, la quale si sostiene con assegnazioni su capitoli di spesa della Marina Militare soggetti a tagli a prescindere dall’abbonamento e dal numero degli abbonati. Ecco perché, per il momen­to, non vorrei toccare l’abbonamento e ho preferito esplorare altre vie, tra cui il passag­gio a una periodicità bimestrale. Le opinioni espresse a tale riguardo da centinaia di ab­bonati sono varie, tutte meritevoli di attenzione. Ma ciò che mi ha indicato con maggior lucidità la via da seguire è stata una e-mail del Direttore della Gazzetta Marittima di Li­vorno: «pensare che la Rivista diventi bimestrale è un po’ come alzare bandiera bianca: l’inizio di una decadenza che non merita e nessuno di noi vuole».

Quindi manterremo la rotta seguita dai nostri predecessori, anche in guerra, conti­nuando a pubblicare Il numeri cartacei l’anno e, se ci riusciamo, qualche supplemento su argomenti di particolare interesse.

Per ottenere tale risultato rispettando, però, il «dovere morale» di chiudere l’anno 2012 in pareggio tra entrate erariali e spese:

  • continueremo la campagna di promozione per aumentare il numero degli abbonati, in fase di graduale recupero;
  • la Rivista Marittima offrirà fino a un massimo di 10 pagine di pubblicità a Ditte e Società che operano nei settori della Difesa, Sicurezza, Logistica e Servizi, Informatica, Formazione, Shipping e nautica da diporto, in cambio della copertura dei costi di stampa e distribuzione della stessa.

Ringrazio gli abbonati che mi hanno scritto e mi scuso se non sono riuscito a rispon­dere personalmente a tutti.

Patrizio Rapalino

SOMMARIO Rivista Marittima 2011 edizione ottobre

PRIMO PIANO

  • Nuovi strumenti di protezione delle navi private contro la pirateria
    Fabio Caffio
  • Uno sguardo alle lezioni apprese
    Gianandrea Gaiani
  • Valutazioni politico militari della campagna libica
    Andrea Tani
  • Ipotesi di strategie
    Giorgio Giorgerini

PANORAMICA TECNICO – PROFESSIONALE

  • Le ambizioni della marinha do Brasil del XXI Secolo
    Giuliano Da Frè
  • La strategia dei mezzi della Marina Militare
    Mauro Panebianco
  • La partecipazione italiana alle ricerche in Antartide
    Alfredo Civetta

SAGGISTICA E DOCUMENTAZIONE

  • Navigatori cinesi a Venezia
    Paolo Bembo

STORIA E CULTURA MILITARE

  • Prima di Trafalgar
    Vezio Vascotto
  • Da El Alamein al Sangro
    Massimo Zamorani

la-marineria-massimo-baldacci

RUBRICHE

  • Lettere al Direttore
  • Marine militari
  • Nautica da diporto
  • Scienza e Tecnica
  • Storie di mare
  • Diario di guerra
  • Che cosa scrivoo gli altri
  • Recensioni

RUBRICHE ON LINE

Memorandum dei principali avveninenti

LA MARINERIA NELLA MESOPOTAMIA ANTICA di Massimo Baldacci

 

RIVISTA MARITTIMA – Mensile della Marina dal 1868

Direzione e redazione: Via Taormina, 4 – 00135 Roma Tel.: 06 3680 7248 – Fax: 06 3680 7249

web: www.marina.difesa.it email redazione: marivista@marinadifesa.it

DIRETTORE RESPONSABILE:
Capitano di Vascello Patrizio Rapalino

REDAZIONE
Attilio De Pamphilis
Francesco Rasulo
Tiziana Patrizi
Gaetano Lanzo

SEGRETERIA:
Giovanni Ioannone

ABBONAMENTI E SPEDIZIONI:
Antonio Campestrina – Tel.: 06 3680 7251
e-mail abbonamenti: marivista.abbonam@marina.difesa.it

DOPO ANNI DI SOSPENSIONE LA RIVISTA MARITTIMA TORNA A OFFRIRE SPAZI PUBBLICITARI A CHI CONTRIBUISCE ALLA CRESCITA

inserzioni-pubblicitarie-d'epoca-rivista-marittima

Inserzioni pubblicitarie: a partire da 900,00 euro; per informazioni contattare I° M.llo Vito Nicola Netti tel.06 36807252 – e-mail: Viton.Netti@marina.difesa.it

Articoli Barche Classiche

Lascia un commento:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *