Premio giornalistico Marincovich

AS.PRO.NA.DI. Associazione Progettisti Nautica da Diporto, bandisce il concorso per l’assegnazione del:

Premio giornalistico Marincovich 2009

Aspronadi è stata, ideata e “materializzata” nel 1972 da Carlo Marincovich e Antonio Soccol.

Il premio si sviluppa in tre sezioni: cultura del mare, navigazione a vela e navigazione a motore proprio per ricordare tutta l’attività giornalistica di Marincovich che ha descritto i grandi protagonisti (da Alain Bombard a Ambrogio Fogar, da Giovanni Soldini a Gerard d’Aboville eccetera), ha raccontato le Olimpiadi della Vela (sin dal 1960), l’America’s Cup (da “Azzurra” ai giorni nostri) e innumerevoli altre competizioni veliche e ha collaborato alla realizzazione, nel 1962, della Viareggio – Bastia – Viareggio, la prima gara offshore italiana.

Oltre che scrivere di mare, Marincovich ne è stato anche protagonista: in vela nella classe Finn (negli anni Sessanta ) e come co-pilota di una prova del campionato del mondo offshore (Trofeo Napoli 1972 ) sullo scafo dell’americano Bobby Rautbord che, proprio quell’anno, avrebbe vinto il titolo iridato.

Carlo MarincovichMolti giornalisti lo hanno ricordato con sincero affetto nei loro epicedi e a tutti mandiamo ora il bando di questo concorso, una sua fotografia e un breve curriculum con la preghiera di voler pubblicare la notizia di questa iniziativa.

La Giuria del Premio, presieduta da Ezio Mauro, direttore di “la Repubblica” dove Marincovich ha lavorato per circa trenta anni, è composta da Patrizia Melani Marincovich e dai Presidenti e Segretari Generali di Aspronadi che hanno retto le sorti dell’Associazione dal 1973 a oggi.

I premi saranno: “oggetti, parti e componenti originali di imbarcazioni che hanno fatto la storia e la cronaca moderna del design e dell’andar per mare”. Vincenzo Onorato ha messo a disposizione la ruota del timone di “Mascalzone Latino”, Lino di Biase le eliche dello scafo che stabilito il record nella Viareggio – Bastia – Viareggio eccetera.

Negli intenti il Premio, alla prima edizione, riferendosi alla straordinaria e coraggiosa figura del giornalista Carlo Marincovich, vuole indicare e accreditare quanti con il loro impegno hanno contribuito alla diffusione di una informazione capace, intelligente, profonda, onesta e riflessiva nell’ambito della cultura del mare e di quanto, nella navigazione a vela o a motore, ci avvicini ad essa.

Art. 1 – Oggetto del Bando

Il Premio verrà assegnato ad articoli pubblicati su quotidiani, riviste e periodici o ad articoli presenti in siti internet che abbiano per argomento la cultura, la filosofia e l’emozione della navigazione, nonché l’essere in e con il mare.

Art. 2 – Requisiti per la partecipazione

Il concorso è aperto a tutti, esclusi i membri della Giuria, i loro famigliari e tutte le persone che abbiano legami contrattuali con i giurati o con l’organizzazione del concorso.
Saranno ammessi al concorso i firmatari di articoli e servizi in lingua italiana pubblicati nell’anno 2009, dal 1 gennaio al 31 dicembre, su carta stampata o in siti internet.
Per quanto riguarda gli articoli pubblicati a mezzo stampa verranno presi in considerazione quelli comparsi su quotidiani o riviste effettivamente distribuiti e diffusi nel periodo citato.
Per quanto riguarda gli articoli diffusi tramite rete informatica, internet, verranno presi in considerazione quelli pubblicati e datati nello stesso periodo.
Ciascun concorrente potrà partecipare con un solo articolo.

Art. 3 – Termini e modalità di consegna

Per poter essere ammessi gli articoli dovranno pervenire alla Segreteria Organizzativa del concorso entro e non oltre il 7 gennaio 2010.
I partecipanti dovranno inviare alla Segreteria Organizzativa del concorso un solo articolo in copia cartacea o file non editabile (*.pdf) precisando il nome della testata e la data di uscita.
Gli articoli consegnati oltre il 7 gennaio 2010 saranno insindacabilmente esclusi dal concorso.
E’ facoltà della Organizzazione accettare articoli che siano giunti oltre il termine stabilito esclusivamente a causa di impedimenti tecnici di trasmissione e per questo vale la data di invio.
Gli articoli inviati non verranno restituiti.

Art. 4 – Sezioni

Sono previste le seguenti sezioni:

  • Cultura del mare
  • Navigazione a vela
  • Navigazione a motore

Art. 5 – Criteri di valutazione

Gli articoli presentati verranno valutati in base all’originalità dei temi considerati, ai valori comunicativi, allo stile, alla completezza e alla rigorosità dell’informazione.
Non verranno presi in considerazione articoli di carattere redazionale o pubblicitario.
La Giuria si avvarrà di una “Commissione di lettura“ che opererà una prima selezione, sottoponendo alla Giuria stessa gli scritti che più corrispondono alle motivazioni del Premio, unitamente all’elenco di tutti gli articoli presentati alla Segreteria Organizzativa del concorso.
I premi saranno attribuiti secondo l’insindacabile giudizio della Giuria
La Giuria comunicherà i risultati alla Segreteria Organizzativa del Premio la quale provvederà ad avvisare direttamente gli interessati e a predisporre le operazioni più idonee per la presentazione dei lavori vincenti.

Art. 6 – Giuria

La Giuria è così composta :

  • Presidente: Ezio Mauro
  • Vice Presidente: Patrizia Melani Marincovich
  • Sergio Abrami
  • Giorgio Barilani
  • Decio G. R. Carugati
  • Epaminonda Ceccarelli
  • Giovanni Ceccarelli
  • Berardo Cittadini
  • Luciano Consigli
  • Fabrizio De Santis
  • Aldo Gatti
  • Massimo Gregori
  • Elena Lenzi
  • Paolo Lodigiani
  • Stefano Nalesso
  • Piero Nessi
  • Mario Scaglioni

Art. 7 – Premiazione

I vincitori saranno invitati a ritirare il premio a Marina di Carrara, nel febbraio 2010, in occasione della Manifestazione SEATEC – ‘Rassegna Internazionale di Tecnologie, Subfornitura e Design per imbarcazioni, Yacht e Navi’ , 8° edizione, promossa da Carrara Fiere.
I premi conferiti saranno parti e componenti originali di alto livello tecnologico e di design, appartenuti a imbarcazioni che hanno fatto la storia dell’andar per mare.

Art. 8 – Aspetti normativi

I premi sono considerati a tutti gli effetti corrispettivo d’opera e di ingegno ai sensi dell’art. 106 del RDL 1077 del 25/07/1940.
Tutti i partecipanti consentono ad ASPRONADI di utilizzare e pubblicare, anche in modo parziale, gli articoli inviati mantenendo il diritto di essere menzionati come autori.
L’Organizzazione è esonerata da qualsiasi responsabilità per eventuali contestazioni che potessero insorgere circa l’originalità o la paternità dell’opera.

Art. 9 – Segreteria del Premio

Tutti gli elaborati andranno inviati esclusivamente alla Segreteria del Premio, anche per posta elettronica ai seguenti indirizzi:
Segreteria Premio Giornalistico Marincovich – via Montenapoleone, 18 – 20121 Milano (MI)

segreteriapremiomarincovich@gmail.com

Sarà cura della Segreteria inviare ai candidati avviso di ricezione degli elaborati.

Cigarette 36 Fino Bobby Rautbord

Biografia di Carlo Marincovich:

Carlo nasce a Pescara il 27 agosto 1935.

Ha la sua prima esperienza in barca a 13 anni; dopo la maturità classica si iscrive alla Facoltà di Giurisprudenza (Università La Sapienza di Roma) che abbandona dopo aver sostenuto tutti gli esami, prima della discussione della tesi in “Diritto della Navigazione”.

  • Inizia l’attività velica nel 1950 sulla classe Jole Olimpica e cresce nella classe Finn all’Hannibal di Monfalcone, la scuola dei grandi fratelli Pelaschier.
  • Comincia a scrivere di temi nautici nel 1958 per i mensili “Vela e Motore” e “Italia sul Mare”; nel 1960 per il quotidiano “Il Tempo” segue da Napoli le regate veliche delle Olimpiadi di Roma.
  • Nel 1961, con Mario Sonnino Sorisio fonda la rivista “Nautica” di cui è vice direttore, quindi nel 1969, con Claudio Nobis e Fabrizio Ricci diventa editore e direttore del mensile “Forza 7”.
  • Nel 1972 partecipa alla gara del Mondiale offshore “Trofeo di Napoli”, come “navigatore” del pilota americano Bobby Rautbord che proprio quell’anno vince il titolo di Campione del Mondo.
  • Nel 1973 insieme ad Antonio Soccol costituisce ASPRONADI, l’Associazione dei Progettisti della Nautica da Diporto
  • Nel 1979 passa alla redazione sportiva del quotidiano “la Repubblica” dove scrive principalmente di Formula 1 (per 25 anni sui circuiti di tutto il mondo, dai momenti bui ai trionfi della Ferrari) e di grandi eventi sia velici (America’s Cup, Regate internazionali, personaggi…) che motoristici (Camel Trophy, Parigi-Dakar, Mondiale Rally…) ma occasionalmente copre anche altri argomenti di sport, di cronaca, di economia e di esteri.

La sua grande passione è la vela che racconta con semplicità e competenza rendendo questo sport tecnico comprensibile a tutti. Un altro amore, che condivide con la moglie Patrizia, è quello per i suoi gatti ai quali però non ha mai dedicato una riga e questo è un vero peccato!

Molte le collaborazioni tra le quali Radio Rai, RTI, Ansa, “Espresso”, “Panorama”, “Autosprint”, “Sesto Continente”, “Mare 2000”…

Muore all’improvviso il 18 novembre 2008 a 73 anni.

Il suo stile, la sua ironia, la sua preparazione e la sua semplicità di scrittura sono stati e rimarranno un esempio per le giovani generazioni di giornalisti sportivi e non solo.

 

Articoli Barche Classiche

Lascia un commento:

3 commenti
  1. admin
    admin dice:

    Gen.le segreteria del Premio Marincovich,

    è per noi un onore poter ospitare tra le nostre pagine web un premio giornalistico dedicato a Carlo Marincovich e al mare. Se possiamo essere ancora utili nella diffusione di ulteriori informazioni riguardo il Concorso giornalistico, saremo lieti di saperne gli sviluppi.

    Cordialmente,
    buona Pasqua,

    Alex
    (admin di Altomareblu)

  2. Antonio Soccol
    Antonio Soccol dice:

    Cari amici di Altomareblu,

    vi ringraziamo vivamente per aver pubblicato la notizia e il bando del concorso giornalistico Aspronadi “Marincovich”.
    Siamo lieti di informarvi che questa info, in meno di una settimana, ha già raccolto oltre 400 segnalazioni sul motore di ricerca “Google” e l’adesione di importanti Enti, Yacht Club, Associazioni e personalità oltre che il plauso di una infinità di amici di Carlo Marincovich.

    Grazie ancora.
    La Segreteria del Premio Aspronadi Marincovich

Trackbacks & Pingbacks

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *