Carene Imbarcazioni Step Drive

I vantaggi della propulsione Step Drive

/
Dopo due anni di sperimentazione della trasmissione step drive, nel 1974 Sonny Levi scrisse su Mondo Sommerso, che le trasmissioni step drive, per le loro peculiarità dovevano avere largo uso in futuro
Mini Drago Italcraft

Restauro carene Levi – Mini Drago Italcraft - Operazione Grisù (II puntata)

/
Restauro carene Levi: Mini Drago Grisù II parte - Resoconto della seconda parte di questo Mini Drago Levi, costruito dalla Italcraft nel 1980. E' stato restaurato talmente bene che semba essere ritornati al 1980, anno in cui fu varata... Bello anche il resoconto della prova in mare effettuata alla fine del suo restauro totale.

FC 155 Bango - confortevole fast commuter firmato da Renato "Sonny" Levi

/
Il nome come dichiarato dallo stesso “Sonny” Levi, significa: “Fast Commuter da 15,5 metri, avevo usato per la prima volta la definizione fast commuter verso la fine degli anni Sessanta per presentare il G 50 di Gianni Agnelli e successivamente il Barbarina di Mario Agusta, l’Hidalgo di Roberto Olivetti eccetera. Tutte queste erano barche da 11 o 12 metri e svolgevano la loro navigazione lungo le coste italiane e francesi con una autonomia di circa 200 miglia. Questa nuova unità invece, doveva avere le stesse caratteristiche “filosofiche” ma, doveva garantire una vita più comoda anche con mare formato
Eliche di superficie

La difesa delle eliche di superficie di Renato Sonny Levi

/
La scelta di un sistema di propulsione è indicata, fino a un certo punto, da considerazioni di carattere economico, ma — in definitiva — la selezione vie­ne determinata dalle condizioni d’operatività della barca. Così, per esem­pio, se un natante dovrà lavorare d’abitudine su bassi fondali, una tra­smissione tipo idrogetto dovrà essere subito presa in considerazione. Nelle paludi ricche di alghe, invece, difficilmente potrà esserci qualcosa di me­glio di una trasmissione con elica aerea. Per gli stessi principi, alle alte velocità, la propulsione di superficie non ha rivali... Selezionare il titolo per visualizzare l'articolo.

Virgin Atlantic Challenger II di Renato Sonny Levi

/
Nessuno aveva mai messo oltre duemila cavalli su un’elica di superficie. Il problema si presentò nell’inverno 1984-85 ai tecnici della Cougar che stavano costruendo il catamarano Virgin Atlantic Challenger con il quale l’inglese Richard Branson intendeva tentare di strappare al transatiantico United States il record di traversata del Nord Atlantico: il Nastro Azzurro. Selezionare il titolo per visionare l'articolo e le immagini.
Carena Levi Italcraft Drago

Drago - Dexsy: masterpiece boat by Renato Sonny Levi

/
Questa spettacolare barca, disegnata dal Renato "Sonny" Levi, fu presentata alla stampa specializzata ed agli operatori del settore nel gennaio del 1973. Rimase in produzione per diversi anni e fu costruita in un discreto numero di esemplari. Purtoppo oggi sembra essere diventata una rarità, poichè pur avendo girato personalmente tanti porti della Campania ed il basso Lazio non ne ho vista alcuna.
Riva 2000 step drive

Riva 2000 "step drive" un gioiello firmato da "Sonny" Levi

/
Su richiesta dei famosi Cantieri Riva di Sarnico fu progettato da "Sonny" Levi una barca con trasmissione step drive spinta da tre motori Riva da 350 cavalli ciascuno e tre eliche di superficie. Questa occasione fornita dal noto cantiere di Sarnico, diede la possibilità all'ing. Levi di dimostrare ancora una volta i notevoli vantaggi che la trasmissione step drive abbinata alle eliche di superficie dava con un drag trascurabile. Il drag è la resistenza dovuta all'attrito che, il supporto esterno dell'asse, posizionato verso poppa, fa perdere potenza
Barca classica Delta 33 step-drive; disegno di Renato Levi

Cantieri Delta Fiumicino; Delta 33 step drive progetto ing. Levi

/
Delta 33 fra le tante imbarcazioni con carena step-drive che seguirono al Drago ed al Mini Drago una citazione la merita il Delta 33 prodotto dai Cantieri Delta di Fiumicino. Era una barca meno "tirata" del Drago. Lunga 10 m e larga 2,80mt, aveva un dislocamento di 3,5 tonnellate a vuoto e una tuga elegante, consentì di realizzare degli spazi interni confortevoli con tre cabine separate fino a 5 posti letto. A poppa vi era un grande prendisole che copriva la sala motori che poteva istallare motori Diesel Perkins da 190 Cv cad., oppure 2 x 220 Aifo permettendo a questa unità di raggiungere i 36 nodi
Imbarcazione classica Italcraft MiniDrago carena Step Drive Levi

Italcraft Mini Drago; imbarcazione con carena step-drive

/
Dopo il Drago, fu costruito il MiniDrago con carena step-drive in varie versioni militari, paramilitari e da diporto. Debuttò un anno dopo il fratello maggiore nel 1973, sempre costruito dai Cantieri Italcraft. Misurava 8,50 mt di lunghezza ft ed aveva una cabina con due letti a V sotto al ponte ed un grande prendisole a poppa sopra al vano motori. I motori erano Aifo-Iveco 2 x 128 CV cad. a 3.200 rpm. La larghezza era di 2 mt. Lo scafo era costruito in compensato marino rinforzato con fibra di vetro e resina epossidica. Il suo peso a vuoto era di 1975Kg, 2250 Kg a pieno carico
Italcraft Drago - barca disegnata da Renato "Sonny" Levi

Italcraft Drago - barca disegnata da Renato "Sonny" Levi

/
Il Drago nacque su precisa richiesta del progetto fatta a Levi dai fratelli Sonnino titolari del cantiere Italcraft di Gaeta che ne curarono la produzione. Fu la prima barca da diporto al mondo prodotta in serie con motori diesel ed eliche di superficie che raggiungeva i 50 nodi. Un evento tecnico eccezionale per una barca da diporto radicalmente nuova che solo l'estro geniale di Levi permise di realizzare, rappresentando certamente un fiore all'occhiello importante in tutta la sua brillante carriera di ingegnere progettista