Manutenzione: motore AQ 130 (B20) Volvo Penta (seconda puntata)

Smontaggio motore AQ 130 Volvo Penta

In questa puntata descrivo lo smontaggio della parte alta del motore con tutti i suoi componenti fondamentali. Premetto che questo propulsore del 1972 ha 44 anni ed era fermo da circa dieci anni e come potete vedere dalle foto le condizioni in cui si trovava non erano delle migliori.

Molte parti fondamentali si presentavano trascurate nell’aspetto ma sostanzialmente quasi tutte valide e spiego nel dettaglio:

AQ 130 Volvo Penta - vista di insieme AQ 130 spinterogeno

spinterogeno revisionato

spinterogeno revisionato

Lo spinterogeno era completo in tutte le sue parti con calotta, condensatore e punte in condizioni pari al nuovo, mentre tutto il corpo dello stesso, specie internamente si presentava sporco e pieno di ossidazione.

E’ stato necessario smontarlo dal motore, farlo a pezzi e riportarlo nelle normali condizioni di esercizio, come potete vedere di seguito:

Il monoblocco si presentava corroso dalla parte posteriore che va collegato alla campana dell’invertitore, a causa di perdite d’acqua di mare fuoriuscite dai tubi di rame che servono per la circolazione di raffreddamento del motore e lesionati in più punti.

AQ 130 VP motore lato condotti aspirazione-scarico AQ 130 Volvo Penta puleggia albero motore

Lo smontaggio della testata ha evidenziato diverse anomalie serie riguardanti il raffreddamento del motore e della tenuta idraulica degli steli delle valvole, specialmente per la valvola di aspirazione del quarto cilindro. I condotti di passaggio dell’acqua di mare erano intasati di sporcizia e pezzi di ruggine staccatisi dalle pareti interne del motore, come si può chiaramente vedere nella foto a seguire.

Tutto questo è stato generato dall’assenza del filtro dell’acqua di mare che, aspirando molte impurità, si sono accumulate ostruendo i passaggi dell’acqua di raffreddamento del motore e provocando l’innalzamento della temperatura del motore ed il danneggiamento grave dello scambiatore di calore dello scarico andato irrimediabilmente perso e che è da sostituire.

Testata smontata

La testata smontata ha evidenziato la sporcizia e l’ossidazione presente nei passaggi d’acqua fino ad ostruirli, vedi i cerchietti rossi che ho evidenziato. Da sinistra si notano la seconda valvola, che è di aspirazione, bagnata d’olio che evidenzia un problema di tenuta idraulica della guidavalvola o del paraolio, mentre la quarta camera di scoppio presentava cenni di surriscaldamento dovute a deficienze di circolazione dell’acqua di raffreddamento, come descritto.

Per la testata ho deciso di portarla alla rettifica e fare eseguire le seguenti operazioni di lavorazione e revisione:

  • Pulizia della testata in vasca di lavaggio
  • Smontaggio di tutte le valvole
  • Verifica e rettifica delle sedi delle valvole
  • verifica delle guida valvole con sostituzione di quelle usurate
  • Pulizia dei condotti di aspirazione e scarico e relativa lucidatura
  • Pulizia delle valvole e sostituzione di quelle usurate
  • Smerigliatura valvole
  • Controllo planarità della testata e se necessario rettificarla con una passata di minima profondità
  • A testata nuda fare eseguire una sabbiatura totale

passaggi acqua ostruiti scambiatore acqua-olio

scambiatore acqua-olio scambiatore passaggi acqua olio ostruiti

Ecco come si presentava lo scambiatore acqua – olio motore, intasato quasi totalmente per i motivi sopra descritti, mentre di seguito si possono vedere scambiatore acqua-olio, lo spinterogeno, la pompa di benzina puliti e pronti all’uso…

Scambiatore acqua olio motore revisionata Pompa benzina revisionata

Di seguito lo spinterogeno e la pompa della benzina prima di essere puliti e revisionati.

Spinterogeno Pompa benzina

Scambiatore scarico Collettore scarico raffreddato con acqua mare

Lo scambiatore dei gas di scarico smontato ha evidenziato la rottura del condotto principale dal alto opposto a quello della curva di scarico da 90° ed in corrispondenza del primo cilindro, oltre allo sfondamento della parte superiore del condotto di scarico nell’intercapedine dove circola l’acqua di mare per il raffreddamento che lo rendono inservibile e da sostituire, come evidenziano le due foto di seguito.

Scambiatore acqua scarico lesionato Collettore scarico lesionato

Collettore aspirazione carburatore Solex 44

Lo smontaggio dei collettori di aspirazione e dei due relativi carburatori Solex 44 ha evidenziato tantissima sporcizia e tre strati di pitture applicati sull’alluminio in malo modo. Pertanto, li sabbierò in modo da rimuovere tutti gli strati di pittura vecchi e la sporcizia, riportandoli allo stadio iniziale. Dopo averli inseriti in vasca di lavaggio, mediante l’uso di un apposita soluzione ed un ciclo di pulizia a pressione, saranno interamente smontati e verificato l’efficienza di tutte le loro parti, sostituite le relative guarnizioni, le membrane delle pompette di ripresa,   saranno rimontati e poi regolati correttamente, una volta che i motori andranno in moto.

Carburatore Solex 44 - corpo farfallato Membrana pompetta ripresa carburatore Solex 44

Carburatore Solex 44-15 farfalla pompetta ripresa Carburatore Solex 44-7 smontato sede membrana pompetta ripresa

Carburatore Solex 44-8 - tubo Venturi - diffusore - vaschetta - galleggiante Gomito di scarico a 90°

Nella prossima puntata documenteremo tutti i passaggi sopra descritti con le foto prima e dopo i lavori di revisione della testata!

(fine seconda puntata)

 

Articoli Correlati

Lascia un commento:

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *