Mercato della motonautica d’epoca – ottobre 2015

Nonostante si sbandieri ai sette venti che ci sono segnali di ripresa, in realtà microscopici, questi dati sono letti con l’ottica di chi tira l’acqua al suo mulino…

La nautica da diporto, dopo i danni subiti per i motivi che tutti sappiamo, stenta a riprendersi ed il mercato del nuovo è praticamente irrilevante, lontano ancora dai numeri che si aspettano ormai da anni.

Tuttavia, sappiamo benissimo che siamo afflitti da soggetti che hanno la spudorataggine di negare l’evidenza dei fatti e quello che più fa male è offendere tanti imprenditori e lavoratori del settore, in attesa che i responsabili dell’economia, bontà loro, diano un segnale serio e congruo che ponga rimedio ai danni arrecati a tutto il comparto della nautica ormai al palo da diversi anni, realizzando quella tanto desiderata ripresa che al momento è solo una chimera.

Altra problematica da sfatare è: smettere di considerare coloro che posseggono una barca dei potenziali evasori fiscali perché non è così. Se ci sono persone disoneste non è detto che lo siano tutti gli armatori e deve essere lo stato a dotarsi di efficienza ed in grado di colpire chi evade il fisco e non fare di tutta l’erba un fascio.

La motonautica da diporto d’epoca segna il totale immobilismo per quanto riguarda la compravendita e se da un lato il momento è propizio per chi vuole acquistare una barca d’epoca bella ed interessante, visto che in linea di massima i prezzi sono bassi come non mai, si notano un certo numero di speculatori senza scrupoli presenti sul mercato che vanno a caccia di imbarcazioni belle, magari prestigiose realizzate da cantieri importanti, ferme nei cantieri di rimessaggio da diversi anni per vari motivi.

Ebbene, queste unità sono strette tra la morsa dei titolari dei cantieri che le hanno in deposito, considerandole un peso morto, visto che pagano solo la sosta e non si effettuano lavori da cui trarre l’ovvio profitto e gli stessi armatori che vorrebbero disfarsene quanto prima. Infatti, non usandole più l’oggetto che una volta era del piacere per molti oggi è divenuto una passività che cercano di azzerare mirando alla vendita della loro barca a prezzi stracciatissimi.

Addirittura, mi risulta che ci sono armatori che hanno ceduto belle imbarcazioni d’epoca al solo costo del passaggio di proprietà, pur di liberarsi di quello che per alcuni di loro è diventato un problema.

Come dicevo, questi speculatori senza scrupoli abili a scovare le barche che si trovano nella condizione appena descritta, contattano l’armatore della barca in vendita, si fanno inviare ulteriori foto della stessa chiedendo notizie sulla sua vita, sui motori, gli impianti in genere quindi, dopo lo scambio di alcune mail si arriva al dunque, cioè alla richiesta economica del venditore. Qui spunta fuori la prima mossa scorretta di questa gentaglia che inizia a denigrare la barca per questo o quel motivo che si inventano ed il venditore che credeva fosse arrivato il momento buono per vendere la barca, dietro l’insistenza dei probabili acquirenti, cala il prezzo ulteriormente pur di vendere…

Si arriva così al fatidico appuntamento per visionare la barca ed è qui che scatta un altro colpo basso: il potenziale “acquirente senza scrupoli” fa capire all’armatore che vuole vendere la sua barca che è cosa fatta e che incontrandosi si conclude l’affare con il pagamento della medesima, il passaggio di proprietà ecc..

Le cose, però, non vanno così ed il potenziale acquirente si presenta sul luogo dove visionare la barca. Presa visione della medesima inizia ad arte a trovare un mare di cose che a suo dire non vanno. Quindi, insinua che a queste condizioni il prezzo che aveva pattuito era per una barca in buono stato e non come quella che ha di fronte ecc… In poche parole il truffaldino di turno, dopo aver denigrato barca ed armatore dice che se avesse saputo non ci sarebbe venuto e se ne esce con un’offerta ridicola ed offensiva, suscitando molto dispiacere all’armatore che la stava vendendo a malincuore dopo anni che l’aveva usata e trattata come meritava, mentre oggi vendendola si preoccupava che finisse in buone mani, pur di sapere che la sua ex amata barca rimanga in vita come merita…

Non mi dilungo oltre, ma chi legge può immaginare tutto questo malcostume generato da una economia tarocca che ha messo tantissimi settori nelle mani di speculatori che acquistano di tutto e di più a prezzi oltraggiosi per i motivi detti.

Queste brutte condizioni di vendita al momento sono frequenti e per evitare scocciature di vario genere conviene essere molto duri e guardinghi al momento del contatto con i potenziali acquirenti, soprattutto se si è certi di possedere una bella barca che, comunque sia, mantiene un certo valore. Ovviamente, sto parlando di barche in buone o discrete condizioni. Pertanto, chi vende una barca deve mettere subito i paletti dicendo al potenziale acquirente che il suo prezzo è intrattabile, sgombrando il campo da perdite di tempo e da offerte oltraggiose.

Insomma, si deve assolutamente tenersi alla larga da vili speculatori che avendo contante a disposizione… cercano di accaparrarsi belle unità mettendo il cappio alla gola a chi le vende…

Per il resto il mercato delle barche d’epoca segna al momento un certo numero di potenziali acquirenti che ci contatta per sapere di questa o quella barca in vendita, ma il trend è sempre lo stesso: in tanti cercano di accaparrarsi una barca d’epoca a buon mercato.. si contratta anche il prezzo, poi dopo aver visionato la barca dicono che faranno sapere, ma tutti questi perdi tempo finiscono poi nel nulla…

AltoMareBlu cerca di dare lunga vita a barche che sono in vendita e che meritano un nuovo armatore, vedi le carene Levi e non solo, perché oltre al disegno, alla bellezza ecc.. hanno anche una storia di tutto rispetto a testimonianza della nostra validissima marineria che merita essere citata e mantenuta in vita prima che finisca ingiustamente nel nulla.

A tale proposito segnalo le barche che negli ultimi quattro mesi sono state oggetto di interesse da parte di potenziali acquirenti che si sono rivolti ad AltoMareBlu per avere notizie tecniche a riguardo:

Settimo Velo “Isabella” – Cantiere Canav di Anzio – carena Levi

settimo-velo-isabella

Settimo velo “Isabella”

Sarima “Agathos” – Cantiere Italcraft di Bracciano – carena Italcraft

6

Sarima “Agathos”

Delta 33 – Cantiere Delta di Anzio – carena Levi

Delta Levi 33 - Le Petit Corsair

Delta Levi 33 – Le Petit Corsair

Strale – Cantiere Sapri di Nino Petrone – Salerno – carena Levi

Barca Strale, un missile.

Strale – Cantiere Sapri – Salerno – un missile

Mini Drago – Grisù – Cantiere Italcraft di Bracciano – carena Levi

Mini Drago Grisu 2013

Mini Drago Grisu 2013

Drago “Desxy” – Cantiere Italcraft di Bracciano – carena Levi

italcraft-drago-navigazione

Drago Desxy

Speranza Mia – Cantiere Afco di Bombay – India – carena Levi

Carena Levi in vendita

Speranza Mia – Cantieri AFCO di Bombay India

Laver Mustang – Cantiere Laver di Pontecagnano – carena Harrauer – Levi

Laver Mustang 36

Laver Mustang 36

Settimo Velo “Infame” – Cantiere Canav di Anzio – carena Levi

Canav Settimo Velo - Infame

Canav Settimo Velo – Infame

Zarcos “GT” – Cantiere Zarcos di Fiumicino – carena Levi

GT Zarcos Renato Levi

Zarcos “GT” disegno di Renato Levi

Delta 38 “Tiger” – Cantiere Delta di Anzio – carena Levi

Delta Levi Tiger

Delta Levi Tiger

Speranzella Canav – “Tucana” – Cantiere Rodriquez di Messina – carena Rodriquez

Speranzella-Tucana

Speranzella – Cantiere Canav-Rodriquez

Ultima Dea – Cantiere Canav di Anzio – carena Levi

Ultima Dea

Ultima Dea – Cantiere Canav di Anzio

Sono tutte barche di notevole interesse storico e che hanno carene di grande affidabilità, capaci di navigare anche in condizioni meteo avverse. Pregio difficile da riscontrare nelle barche più moderne.

 

Articoli Correlati

Lascia un commento:

6 commenti
  1. Andrew Hurst
    Andrew Hurst dice:

    Hi James

    Thank you for the information. These boats look very interesting to me. Before I decide which boats to visit please can you give me an indication of the price these may sell for?

    Is the Zarcos GT in running order or is she on the land?

    Thank you

    Best wishes,

    Andrew

  2. Giacomo Vitale
    Giacomo Vitale dice:

    Dear Andrew,

    thank you for writing me and I understood which boat you are looking for. Personally I advise you to choose one of three follows and still available. They are very beautiful, all designed by “Sonny” Levi, with fantastic hulls that today designs and builds any more, so can not miss.

    . Seventh Veil “Isabella” visible to Salerno in excellent condition, like new
    . Delta 33 “Le Petit Corsair visible to Latin renovated and like new
    . Zarcos GT visible at Anzio in good general condition, but to do a refit

    I can certainly pick you up at the airport in Naples and take you to see the boats that are in Salerno, Latina, Anzio.
     
    For more news about the boats available mentioned above you can contact in private and tell you more if you want.

    The Delta 24 is a boat very rare and when I am not there are available on the Italian market

    I look forward to hearing from you.

    Best wishes,
    James

  3. Andrew Hurst
    Andrew Hurst dice:

    Hi James

    Thank you for your reply. I am trying to find a nice Levi design from 22-28 feet for myself to use in the UK.

    I can consider a complete boat or a project as I enjoy boat restorations. I would prefer a wooden boat but a GRP hull with wooden superstructure would also be fine.

    I saw the INFAMOUS on your site and also the DELTA 24. Are these available please? Or something else?

    I can easily come to Italy to see the boats.

    Best wishes, Andrew

  4. Giacomo Vitale
    Giacomo Vitale dice:

    Hello Andrew,

    my name is Giacomo, for English friends “James” and if you show me what are the boats you want to purchase, you can provide all the information you want.

    Thank you!

    Best regards,
    James – AltoMareBlu

  5. Andrew Hurst
    Andrew Hurst dice:

    I wish to contact Giancarlo asap as I have an interest to buy two of the boats you are displaying. Thank you

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *